A servizio della comunità

In questa strana estate, in cui pochi hanno avuto il coraggio di organizzare momenti di incontro e socializzazione, Vivere Cervasca si è posta a disposizione della comunità locale, mettendo le proprie competenze culturali ed educative a servizio di chi ha continuato l’attività, come le parrocchie con l’Estate Ragazzi, o il Santuario di San Maurizio, che è aperto tutte le domeniche con un bel gruppo di volontari coordinati dall’ACLI, nonostante le condizioni non consentano alla maggior parte dei gruppi di Alpini di salire per la loro gita annuale. 

Ci siamo assunti dei piccoli impegni, coerenti con quanto abbiamo costruito in questi anni.

A San Maurizio ci occupiamo della chiesa e della spiegazione del sito per una o due domeniche al mese. Non facciamo tour guidati, ma diamo le informazioni di volta in volta necessarie, rinviando alla lettura dei pannelli, molto guardati, o del libro. E’ una gran bella esperienza parlare con la gente di vita e di morte, di santi e di briganti, di pellegrini e di eremiti. O solo della storia personale di ciascuno e come questa si incrocia con quanto è successo lassù.

La prima domenica siamo stati elogiati da uno sconosciuto visitatore, che ha ben ascoltato le due “maestre”, che erano due di noi.

 

*******

Molto interessante l’opportunità che ci è stata data dai responsabili dell’Estate Ragazzi. Abbiamo partecipato a tre uscite, di cui due di un’intera giornata, e precisamente:

  • i piccoli, dei primi anni delle elementari, hanno percorso “Da San Rocco a San Rocco”, semplificato ed arricchito di attività piacevoli, quali far navigare le barchette nel lavatoio di Vignolo, raccogliere e catalogare foglie, disegnare sulla lòsa, riconoscere i santi…
  • i ragazzi di quarta e quinta elementare hanno “scalato” San Maurizio passando dalla Comba e salendo fino al santuario attraverso i sentieri, in modo da osservare le piante, inventare le storie dei “Sarvanot”, incoronare con i “gurin” il più simpatico o il miglior contaballe. A San Maurizio hanno ascoltato la storia del sito e ne hanno disegnato lo stemma. Infine hanno sperimentato un pezzettino del cammino dei pellegrini medioevali, fino a San Costanzo e  alla “Vergine del silenzio”.
  • con i ragazzi delle medie, infine, abbiamo camminato da Vignolo verso San Costanzo (ancora l’esperienza dei pellegrini!) e alla Vergine del silenzio. Poi su, attraverso il bosco dell’impero, fino a Tetto Giordano, Tetto Cannone, Tetto Cardino, dove abbiamo pranzato nello spazio provvidenzialmente messo a disposizione dalla famiglia Garino. E ancora, a Pratogaudino sottano, fino alla Placa, e al soprano, all’ex scuola e alla chiesetta. Infine, distrutti di stanchezza, abbiamo scarpinato fino a San Michele. Ai grandi abbiamo chiesto partecipazione e una valutazione sintetica dei vari punti. Allego alcune schede e copio alcuni giudizi veramente interessanti.

due di 

Cappella di San Costanzo – h 9.52E’ stata dura, ma ce l’ho fatta!!
 Affascinante e mi ha fatto riflettere e pensare sui pellegrini 
 Mi è piaciuto scoprire come viveva l’eremita e dove andavano i pellegrini
  
Vergine del silenzio – h 10.17Tutt’uno con la natura accogliente
 Siamo arrivati in un posto stupendo
 E’ stato stupefacente il silenzio che c’era
 E’ stato stupendo sentire il suono della natura
 Che bello il suono della natura che solitamente non sentiamo
 Posto incantevole. Ci sono molti alberi e in ognuno di questi si nasconde una persona e a me questo permette di restare in pace con me stessa
 Qui si può stare da soli con se stessi
 Affascinante e silenzioso
 Un po’ troppo silenzioso…
  
Il bosco dell’impero – h 10.40Faticoso, ma figo
 Molto bello ma fascista
  
Tetto Giordano – h 11,07Tante case in mezzo al bosco. Affascinante, ma speriamo che “vivano” ancora
 Le case in mezzo alla natura mi davano senso di libertà
  
Il buco dell’aria calda – h 11,50Mi ha interessato la leggenda
 Molto interessante, ma niente aria calda per giornata troppo calda
  
Tetto Cannone – h 12,27Il posto giusto per rilassarsi
Tetto Cardino – h 13Abbiamo pranzato! Molto bello
  
etc etcetc etc 
Aggiungi ai preferiti : Permalink.